Statuto del Consiglio Pastorale Parrocchiale

 

Costituzione

Art. 1

E' costituito nella Comunità Parrocchiale di Altopascio il Consiglio Pastorale (CPP), secondo gli orientamenti del Concilio Vaticano II e le indicazioni del Codice di Diritto Canonico (c.536).

Natura

Art. 2

Il CPP è un organismo consultivo, presieduto dal Parroco, nel quale i fedeli, insieme con coloro che partecipano alla cura pastorale della Parrocchia, in forza del proprio ufficio prestano il loro aiuto nel promuovere l'attività pastorale.

Finalità

Art. 3

Al CPP spetta di rilevare le necessità pastorali della Parrocchia e proporre pratiche soluzioni in armonia con il Piano Pastorale Diocesano e le attività del Vicariato locale.

In particolare è proprio del CPP:

approfondire la conoscenza della realtà ecclesiale e civile del proprio ambiente;

elaborare concreti interventi che aiutino la crescita della comunità nei campi della Evangelizzazione, della Liturgia e della Carità;

curare che le scelte pastorali fatte siano realmente attuate, ricercando opportune collaborazioni.

Composizione

Art. 4

Il CPP è composto:

dal Parroco, da altri sacerdoti presenti in Parrocchia e da diaconi permanenti in servizio pastorale

nella Parrocchia;

da un rappresentante di religiosi o religiose operanti nella pastorale parrocchiale;

da 5 membri laici eletti direttamente dalla Comunità Parrocchiale;

da 5 membri laici nominati dal Parroco;

da un rappresentante del Consiglio per gli Affari Economici della Parrocchia.

Organi del CPP

Art. 5

Gli organi del Consiglio Pastorale Parrocchiale sono:

  • · L'Assemblea;
  • · La Presidenza;
  • · La Segreteria.

L'Assemblea

Art. 6

L'Assemblea è formata da tutti i componenti del CPP di cui all'art. 4 del presente Statuto.

Si riunisce ordinariamente ogni mese e in via straordinaria su convocazione del Parroco o dietro richiesta di almeno due terzi dei componenti il Consiglio stesso.

Le riunioni sono valide quando partecipano almeno due terzi dei membri.

Il CPP ha carattere consultivo, ma le sue decisioni sono moralmente vincolanti, pur restando al Parroco la responsabilità di decidere riguardo alle scelte pastorali.

Art. 7

L'Assemblea nomina all' interno un suo rappresentante al Consiglio Pastorale Foraniale.

La Presidenza

Art. 8

La Presidenza è formata dal Parroco, dal Viceparroco, da un Vicepresidente laico e dal Segretario.

La Presidenza prepara l'ordine del giorno delle riunioni e raccoglie stimoli e proposte.

La Presidenza decide su questioni che richiedono immediata soluzione nella impossibilità di riunire preventivamente il CPP.            .

Il Vicepresidente viene eletto dall'Assemblea a maggioranza assoluta, Suo compito è presiedere il consiglio in assenza del Parroco.

Il Segretario

Art. 9

Il Segretario, eletto dal Consiglio a maggioranza assoluta, provvede alla stesura dei verbali, all'invio delle circolari di convocazione e al disbrigo degli affari correnti.

Le Commissioni

Art. 10

Il CPP per raggiungere le sue finalità può istituire Commissioni di studio per l'esame di problemi e a formulazione di proposte in vista del piano pastorale parrocchiale.

Durata

Art.11

I membri del CPP durano in carica tre anni e possono essere riconfermati.

Saranno dichiarati .decaduti coloro che non parteciperanno a tre riunioni consecutive senza ragionevole motivo.

In caso di decadenza o dimissioni si provvede alla sostituzione nel modo seguente:

• se si tratta di membri designati, provvede colui che li ha designati;

•. se si tratta di membri eletti dalla Comunità Parrocchiale, subentreranno i primi dei non eletti.

Decadenza

Art. 12

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale decade quando la Parrocchia è vacante o quando viene nominato un nuovo Parroco.

Modifiche

Art. 13

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale può porre modifiche al seguente Statuto, purché approvate dall'Ordinario Diocesano.